La Vita a rate di 4 italiani su 10

Gli italiani, per la precisione 4 su 10, quando devono affrontare una determinata spesa decidono di richiedere un prestito.

In questo articolo puoi trovare inoltre delle informazioni importanti su come gestire al meglio i problemi da sovraindebitamento.

utdlogo

L’appuntamento mensile con la rata da pagare è ormai diventato un rituale per gli italiani che lo affrontano nei modi più di disparati. 

C’è chi si espone verso banche e finanziarie per ogni sfizio e c’è chi preferisce stare il più distante possibile dagli istituti di credito. La maggior parte degli italiani tuttavia sono favorevoli ad accedere al credito per quelle che possono capitare anche una volta sola nella vita come aprire un mutuo per comprare casa.

 

Legge 3 2012 normattiva esdebitazione

Nel primo semestre del 2019 la truppa degli italiani indebitati “a rate” era pari al 39,4% della popolazione: praticamente 4 italiani su 10

Si tratta comunque di un dato in crescita dell’8% rispetto al 2018. In leggera flessione, invece, l’importo medio della rata, sceso dell’1,5% a 344 euro, per un debito medio pro-capite da oltre 33 mila euro (33.084, per la precisione). 

Si tratta di dati che comunque sono precedenti alla recente crisi dovuta al Coronavirus e il sentore è che la situazione sia ben peggiore.

Allora che fare se si è perso il lavoro e non si è più in grado di rispettare le scadenze? C’è una legge, che ancora pochi conoscono, che è la Legge 3 del 2012, che va a tutelare tutti i privati che si trovino in una situazione di sovraindebitamento.

 

La Legge parla chiaro e si applica a tutti quei privati cittadini che si trovino in una…

“…situazione di perdurante squilibrio tra le obbligazioni assunte e il patrimonio prontamente liquidabile per farvi fronte, che determina la rilevante difficoltà di adempiere le proprie obbligazioni, ovvero la definitiva incapacità di adempierle regolarmente“

Quali sono le Regioni Italiane dove si fanno più debiti?

 

Le regioni dove vi è maggior richiesta di credito sono la Toscana (44%) e la Sardegna, con una percentuale simile: in particolar modo nella città di Cagliari la metà della popolazione si ritrova con un debito attivo che deve essere estinto. 

Riguardo all’ammontare, le rate variano da regione a regione ma, nella media, l’importo non è inferiore ai 350 euro: nel Trentino Alto Adige, per esempio, la rata media raggiunge una somma pari a 430 euro mentre in Lombardia si parla di circa 387 euro.

Per quali spese viene richiesto un prestito?

Il prestito maggiormente richiesto rimane sempre quello per la ristrutturazione della casa. Questo raggiunge infatti il 20% delle scelte complessive degli italiani. Ma andiamo a vedere meglio la classifica dei motivi per cui gli italiani decidono di indebitarsi:

  1. Ristrutturazione della casa;
  2. Acquisto dell’auto;
  3. Richiesta di Maggiore liquidità;
  4. Per fronteggiare spese mediche.
Legge 3 2012 normattiva esdebitazione

Ma allora cosa fare se si hanno troppi debiti?

Ad esempio una delle tante soluzioni offerte dalla Legge 3 del 2012 è il cosiddetto “Piano del Consumatore“.

Tale strumento ha il vantaggio di permettere al consumatore l’uscita dalla crisi in tempi rapidi e senza (necessariamente) perdere l’intero patrimonio, ma soprattutto evitando lo stillicidio di esecuzioni cui i creditori lo sottoporrebbero.

In conclusione, nonostante il periodo particolarmente difficile esiste sempre una soluzione offerta dalla Legge 3 del 2012, una di queste è il “Piano del Consumatore”, che offre delle vie di uscita per le persone soggette a sovraindebitamento. Se vuoi ulteriori informazioni, contattaci allo 0497423342 dal lunedì al venerdì, dalle 9:00 alle 18:00. 

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI: